ANNATA 2012

Nell'insieme l'annata viticola 2012 è stata termicamente al di sopra della serie storica (somme termica di 1975°Cd) e le precipitazioni sono state al di sopra della media, tranne che nel trimestre estivo grazie ai mesi di aprile ed ottobre, che insieme hanno cumulato oltre 500mm.
La stagione 2012 può dirsi molto piovosa (1120 mm, contro una media di 900), per cui l'indice di torridità (rapporto tra somma termica e precipitazioni) è inferiore di 0,3 unità rispetto allo storico 2000-2011.

L'annata 2012 è stata caratterizzata da un sostanziale ritardo fenologico, rispetto alla media storica, al germogliamento e alla fioritura. L'invaiatura è stata in linea mentre la raccolta è avvenuta, in anticipo rispetto alla media ma con qualche giorno di ritardo rispetto al 200-2011.

La stagione 2012, dal punto di vista della sanità delle uve, va esaminata scindendola in due momenti ben distinti. Una prima fase, fino all'allegione, caratterizzata da attacchi di peronospora diffusi e spesso, talmente virulenti da ricordare quelli della stagione 2008; una seconda fase, che si è protratta fino alla raccolta, dove l'assenza di pioggia ha inibito l'insorgere dei problemi sanitari a carico dei grappoli.

Il peso medio del grappolo è stato drasticamente in calo per tutte le varietà. La diminuzione di peso ha interessato in particolare le varietà precoci come il Pinot Grigio, lo Chardonnay e in misura minore il Sauvignon, diversamente si è comportato il Friulano che in questa stagione, grazie anche alla fertilità superiore alla media, è riuscito ad avere una produzione ottimale.

La prolungata assenza di precipitazioni e le alte temperature alla raccolta hanno permesso un generale maggiore accumulo zuccherino, particolarmente evidente nel Pinot Grigio, Sauvignon e nella Ribolla Gialla, mentri il Picolit, il Verduzzo Friulano, e il Friulano, hanno accumulato una quantità di zuccheri nella media.

In generale la stagione 2012 ha permesso una ottimale maturazione dei vitigni a bacca nera che si presentano con intensità coloranti da medie ad elevate e con un elevato contenuto di tannini (DO 280).


Copyright © 2014 A.V.P. Refosco di Faedis
C.F. 94067030307